Michele Pirro rifila quasi sette decimi agli inseguitori, in Supersport 6 piloti in due decimi!

35° gradi e la pioggia prevista che tarda ad arrivare: a Misano Adriatico è Michele Pirro a siglare il tempo di 1.35.749 al termine delle qualifiche del Round 4 del Campionato Italiano Velocità 2019, riferimento che permetterà al pilota del team Barni Racing Ducati di scattare dalla pole in previsione di Gara1 (qui tutti gli orari). Il pugliese, dopo pole e doppietta nel Round1 sul medesimo tracciato, punta ad un altro weekend da protagonista, e lo dimostrano i quasi 7 decimi rifilati a Riccardo Russo, alfiere della squadra Motocorsa Racing costretto alla seconda posizione. Terza casella per l’Aprilia di Lorenzo Savadori, probabilmente sorpreso anch’egli del ritardo di 751 millesimi dalla vetta. Dopo i distacchi risicati di ieri, il portacolori del team Nuova M2 Racing pare aver perso terreno nei confronti del rivale in campionato, e dovrà tirar fuori qualche coniglio dal cilindro alla svelta per cercare di duellare con il poleman.

Apre la seconda fila a +1.035 Samuele Cavalieri, da cui ci aspettiamo una grande prestazione nel tracciato dove colse dei secondi posti nel weekend d’apertura. Quinto posto per Roberto Tamburini: il pilota BMW, reduce da 3 zeri consecutivi, si augura di ripetere almeno la prestazione precedente al “Marco Simoncelli Circuit, dove colse l’unico podio stagionale in Gara1, e cercare così di dare una svolta alla stagione.  Ottimo sesto tempo a +1.157 per Federico D’Annunzio, a dimostrazione di un feeling in crescita con la RSV4 del team Nuova M2. Lorenzo Zanetti chiude solo decimo ad oltre un secondo e mezzo, preceduto da Luca Vitali, Matteo Baiocco e Christian Gamarino. Axel Bassani è 11° (+1.676) con la prima delle Yamaha in griglia.

 

Discorso inverso nella classe intermedia: la combattutissima Supersport600 ci regala addirittura 6 piloti racchiusi in due decimi, prospettandoci la solita gara emozionante. A dare la zampata decisiva è Davide Stirpe, finalmente autore di una grande prestazione con la Mv Agusta F3 del team Bardhal, capace di un best-lap di 1.40.125. Il Campione Italiano 2017 ha l’opportunità di confermare i progressi visti ad Imola e rilanciare così la propria stagione, finora al di sotto delle aspettative. Sorprendente secondo posto per l’esperto Roberto Mercandelli, distante 105 millesimi con la Honda CBR del team Improve. Chiude la prima fila Luca Ottaviani (+0.131), con la prima delle r6 sullo schieramento. Seconda e terza fila nel segno di Iwata: in quarta posizione troviamo il Campione in carica Massimo Roccoli, ad appena 8 millesimi dalla terza casella, mentre quinto e sesto sono rispettivamente Lorenzo Gabellini (+0.165) e Marco Bussolotti (+0.195). Settimo crono a 224 millesimi per Kevin Manfredi, seguito da Luca Bernardi e Stefano Casalotti. Chiude la top-ten Mattia Casadei. Solo 12° a +0.632 Stefano Valtulini, dietro a Yuki Okamoto.

Emanuele Vocino firma la pole nella Supersport300 davanti a Thomas Brianti e Livio Loi. Svetta Nicola Fabio Carraro in Moto3 seguito da Nicholas Spinelli e Matteo Boncinelli. PreMoto3 con Luca Lunetta autore del riferimento con Filippo Farioli e Christian Lolli a chiudere la prima fila.

 

CIV 2019: Ordine di partenza Misano Round 4, classe SBK

 

CIV 2019: Ordine di partenza Misano Round 4, classe SSP
Commenta