Bandiera rossa al quarto giro per la caduta di Akito Haga. Canducci e Roccoli a podio.

AGGIORNAMENTO: MICHAEL CANDUCCI SQUALIFICATO PER IRREGOLARITÀ TECNICA.

Inizia la manche con la tipica combattuta bagarre della classe intermedia: si porta in testa Massimo Roccoli seguito da Michael Canducci quando al quarto giro viene interrotta la gara: una brutta caduta a seguito di un contatto di Akito Haga, con la moto e detriti rimasti in traiettoria, hanno costretto i commissari all’esposizione della bandiera rossa. Fortuntamente il pilota è apparso dolorante ma sono escluse gravi ripercussioni.

Si riprende con una procedura di Quick Restart, con la prova ridotta a 11 giri e la griglia ridefinita in base all’ordine al termine del terzo giro. Nuovamente Canducci scatta bene e si porta al vertice, trainando gli inseguitori con un ritmo costante attorno al minuto e 40; è però Lorenzo Gabellini a sferrare l’attacco decisivo a tre giri dal termine, dimostrando di avere ancora margine prezioso nel polso destro. Firma così la pole e doppietta il pilota del team Gomma Racing Yamaha, seguito a quasi due secondi dallo stesso Michael Canducci e da Massimo Roccoli. Appena fuori dal podio Kevin Manfredi, in grande spolvero nel finale ma costretto alla quarta posizione. Quinto Roberto Mercandelli, davanti a Luca Ottaviani e alla sorpresa Yuki Okamoto. Marco Bussolotti e Davide Stirpe non vanno oltre oll’ottava e nona posizione: certamente un weekend deludente per i due pretendenti al titolo. Chiude la top-ten Marco Muzio davanti a Nicola Morrentino e Roberto Rolfo.

Caduta per Luca Bernardi e Mattia Casadei, piloti del GAS Racing Team Yamaha. Out anche Ryota Haga.
In classifica punteggio pieno per Gabellini. Segue Roccoli a 18 punti e a 26 Manfredi.

Riportiamo sotto l’ordine di arrivo di Gara2 e classifica campionato aggiornata. Appuntamento al 26 Aprile al Mugello per il Round2.

Commenta