Questo fine settimana, sul Circuito Paul Ricard, il Bol d’Or darà il via al Campionato Mondiale Endurance  2019-2020. Ben 6 le case costruttrici impegnate per una competizione di altissimo livello!

Edizione n° 83 per il Bol d’Or che si svolgerà nel fine settimana sul Circuito di Le Castellet, Francia. Dalla 8 ore di Suzuka, ultimo atto dello scorso campionato, si è assisto a qualche addio, compensato però da importanti new entry che alzeranno sicuramente l’asticella di questo campionato.

Tra le mancanze che più rammaricano c’è quella di  Dominique Meliand che, dopo 40 stagioni (quaranta!) alla guida del Team Suzuki SERT , ha deciso di passare il testimone a Damien Saulnier che viene così promosso dallo Junior Team “LMS Suzuki” al team di punta. Altro addio, giunto come un fulmine a ciel sereno è stato quello del team ufficiale Honda Endurance Racing, che ha annunciato il ritiro addirittura dopo essersi iscritto nella entry list provvisoria. A difendere i colori della casa di Tokio ci penserà quindi il Team F.C.C. TSR France.

Grandi novità, invece, dal punto di vista dei costruttori, con il rientro in forma ufficiale della BMW che ha iscritto, con il numero di gara 37, il BMW Motorrad World Endurance Team, il quale sfrutterà una partnership con il Team MRP, lo stesso che corre nell’ IDM (campionato nazionale tedesco), per portare in gara la nuova S 1000 RR. La moto della casa dell’elica sarà portata in gara dall’ucraino Ilya Mikhalchik, dal tedesco Julian Puffe e dal francese Kenny Foray.

Altro gradito ritorno, anche se in forma non ufficiale, è quello di DUCATI che tramite il Team Hertrampf Racing schiererà, con il numero 100, una Panigale V4 R nellle mani di Marco Nekvasil, Bobby Bos e Arnaud Friedrich.

Non portano grandi novità tecniche bensì una ventata di rinnovamento i 2 nuovi team che si affacciano per la prima volta al FIM EWC: Kawasaki Català e Suzuki JEG Kagayama, entrambi pronti a gettarsi nella mischia fina dal primo round.

Non mancano le novità anche dal punto di vista dei piloti, con il “dream team” schierato da YART Yamaha, che, per l’occasione, annovera nell’equipaggio un certo Loris Baz, oltre ai confermatissimi Niccolò Canepa e Marvin Fritz. Per non farsi mancare nulla il pilota di “riserva” sarà un certo Karel Hanika…!

Circuito Paul Ricard, Le Castellet

“Squadra che vince non si cambia”, deve essere stato il leit motif di Kawasaki SRC France che si presenterà al via con il #1 ben in vista sul cupolino ed i piloti Jeremy Guarnoni, Erwan Nigon e David Checa.

Mondiale che, tra Formula e Superstock, vedrà la partecipazione di una vera e propria colonia italiana: il longevo Roberto Rolfo prosegue il proprio rapporto con il Team Moto Ain,  che lo scorso anno ha trionfato nella categoria Superstock, mentre Kevin Manfredi e Christian Gamarino saranno al via con il Team 33 Coyote Louit Moto  (a tutti gli effetti uno  junior Team Kawasaki). Non dimentichiamoci del Team AVIOBIKE di Giovanni Baggi che, oltre a se stesso, schiererà Andrea Boscoscuro e Niccolò Rosso.

Sempre nella categoria Superstock (che ricordiamo corre tutte le tappe del Mondiale ad eccezione della 8 ore di Suzuka) impossibile non citare l’italiano Luca Scassa, che guiderà una Suzuki GSX-R 1000 schierata dal No Limits Motor Team insieme a Eddy Dupuy e e Christopher Kemmer.

Eurosport 2 (canale della piattaforma sky o accessibile streaming previo abbonamento) trasmetterà in diretta la partenza della competizione nella giornata di sabato e le prime 3 ore circa della gara. Il collegamento riprenderà alle 6:00 della mattina e si concluderà alla bandiera a scacchi.
Qui di seguito gli orari:

  • Sabato 21 settembre
    14:45 – 17:50 Bol d’Or (24 Ore)
  • Domenica 22 settembre
    06:00 – 15:30 Bol d’Or (24 Ore)

Alleghiamo inoltre la timetable di tutti gli eventi che si svolgeranno durante il weekend del Bol d’Or e la Entry List provvisoria dei team partecipanti, completa di numeri di gara e  nomi  dei piloti componenti l’equipaggio.

FIM EWC 19-20: Orari Bol d’Or
FIM EWC 19-20: Entry list Bol d’Or

 

Commenta