Team SRC Kawasaki vince la 24 ore di Le Mans davanti a Honda Endurance Racing, un’ edizione emozionate segnata da diversi colpi di scena.

Jeremy Guarnoni, David Checa Ed Erwan Nigon sono i vincitori della edizione 2019 della 24 heures Motos. A Le Mans sono andate in scena 24 ore di pura adrenalina contornata da diversi colpi di scena, su tutti la safety car entrata negli ultimi minuti.

La battaglia in pista non è mancata tra SRC e Honda Endurance con l’ex Randy De Puniet in grande spolvero. Terza posizione per Sert ( Suzuki Endurance racing team) che ha concluso nel giro dei leader. Un podio così combattuto era tanto tempo che non si verificava. Peccato per Yart e Niccolò Canepa, vittime di un problema al motore durante la nottata francese. Quarta piazza finale per WEPOL racing seguita dal team Bollinger. Erc-bmw dopo aver conquistato la pole position ha dovuto abdicare, anch’essi vittime di problemi di affidabilità. I campioni del mondo in carica di FCC TSR HONDA concludono la 24 ore di Le Mans in 35 posizione archiviando così un risultato negativo.

Superstock

Nella categoria Superstock Motor events porta la Suzuki numero 50 sul gradino più alto del podio. Il secondo  e terzo gradino del podio parlano italiano. Moto Ain con Roberto Rolfo strappano il secondo posto di categoria. Il gradino più basso vede il team 33 Coyote Luit moto acciuffare il tanto meritato podio. Kevin Manfredi, dopo essere stato in top 5 generale nelle prime fasi di gara, ha portato la Kawasaki ad agguantare un bellissimo podio. Sfortuna per il team No Limits costretto al ritiro dopo neanche 6 ore di gara a causa di un problema inizialmente di natura elettrica e poi un problema all’impianto frenante ha decretato il ritiro. Colpiti dalla sfortuna anche il team AvioBike di Giovanni Baggi che, dopo aver disputato una egregia 24 ore, a 15 minuti dal termine Michael Mazzina vede la Yamaha 101 scaraventarlo a terra vittima di una perdita d’olio con conseguente rottura dal motore.

ecco la classifica finale

 

Commenta