Gara ad eliminazione per le posizioni di vertice: a terra Nagashima, Gardner, Vierge, Bastianini e Marini. Quarto Baldassarri. Sesto Luthi, ora a -43 in campionato.

Pazzissima gara di Moto2 in Austria: nel giorno in cui KTM annuncia il ritiro da telaista del campionato, a vincere è Brad Binder (Team KTM ufficiale), che proprio oggi compie 24 anni. Dopo i secondi posti ad Assen ed al Sachsenring, l’alfiere KTM raggiunge il gradino più alto del podio in casa della marca austriaca. E’ la prima vittoria della stagione per il Campione del Mondo Moto3 2016, la quarta in assoluto nella classe intermedia.

Binder è bravissimo a scattare al via prendendo rapidamente il comando, portandosi in solitario sotto la bandiera a scacchi, incurante della battaglia nelle retrovie. Cadono infatti in successione tutti i papabili candidati ad infastidire il sudafricano.

Si parte dal contatto tra Xavi Vierge e Testuda Nagashima nelle battute iniziali, che mentre erano in battaglia al 2° e 3° posto devono dire addio alla corsa.
Gardner, Bastianini, Luthi e Marini si rendono a questo punto protagonisti di una strepitosa battaglia alle spalle del leader: tra sorpassi e controsorpassi, si contendono la testa della gara fino all’errore a 6 giri dal termine di Remy Gardner che, rientrando in traiettoria dopo un lungo, tocca Marquez che stava sopraggiungendo finendo a terra.

A questo punto sono Enea Bastianini e Luca Marini a combattere per il vertice, ma probabilmente per la troppa foga, a 4 giri dall’arrivo, Marini cade travolgendo l’incolpevole Bastianini, lasciando così strada libera a Alex Marquez che può permettersi di controllare il secondo posto. L’ultimo gradino del podio è occupato da Jorge Navarro che giunge a 1.8 secondi dalla piazza d’onore. Thomas Luthi perde punti preziosi in classifica arrivando solo sesto alle spalle di Lorenzo Baldassarri ed Augusto Fernandez. Buon settimo posto di Jorge Martin, seguito da Iker Lacuona e Marcel Schrotter. Chiude la top-ten Mattia Pasini.

In campionato, Marquez allunga su Luthi ed ora i due sono separati da 43 punti, quando mancano 8 round al termine della stagione. Terzo Navarro a -55. Badassarri quinto con un distacco di 66 lunghezze.

A seguire, ordine d’arrivo completo e classifica campionato aggiornata.
Prossimo appuntamento tra due settimane a Silverstone per il GP di Gran Bretagna.

Moto2 2019: Ordine d’arrivo GP Austria.
Moto2 2019: Classifica campionato al termine del GP d’Austria, Round 11 di 19.
Commenta