Terza vittoria su quattro gare per Lorenzo Baldassarri. Gara interrotta e ridotta a 15 giri dopo lo spaventoso incidente alla prima curva.

Cielo limpido sopra l’autodromo di Jerez, teatro del Gp di Spagna nonchè il primo in terra europea. Al semaforo verde scatta bene Baldassarri dalla seconda fila, ma uno spaventoso incidente alla curva 1 obbliga i commissari all’esposizione della bandiera rossa. La moto di Remy Gardner, vittima di un highside, viene centrata da Alex Marquez, e il contatto costringe tutto il gruppone a fuoripista e chicane onde evitare moto e detriti rimasti a terra. Fortunatamente non si segnalano conseguenze per alcun pilota.

Si riprende con procedura di Quick Restart, con la manche ridotta a 15 giri. Purtroppo le strette tempistiche non hanno permesso ad Alex Marquez di schierarsi nuovamente in griglia, e lo spagnolo è così partito dalla pit-lane. Con Gardner fuori dai giochi, la corsa perde subito due probabili protagonisti.

Alla ripartenza Fernandez riesce a prendere la testa della gara, tallonato dal compagno di squadra Baldassarri. I due staccano rapidamente gli inseguitori, conducendo una gara a braccetto che ha visto lo scambio di posizioni a nove giri dal termine, quando l’italiano è riuscito a portarsi al comando ed a transitare per primo sotto la bandiera a scacchi.

Tre su quattro dunque per Lorenzo Baldassarri dopo i trionfi in Qatar e in Argentina, sempre più leader di campionato con un bottino di 75 punti. Augusto Fernandez subisce nel finale la rimonta del poleman Jorge Navarro e deve accontentarsi del gradino più basso del podio. Quarto posto per Thomas Luthi, con un distacco di 2.4 secondi dalla vetta. Lo svizzero mantiene il secondo posto in classifica a 17 punti dal leader. Quinta piazza per Brad Binder, autore di una bella rimonta, davanti a Xavi Vierge.

Testuda Nagashima, partito dai box al primo start per un problema tecnico ma riuscito a schierarsi nella ripartenza, termina la gara al settimo posto, seguito da Luca Marini e da Nicolò Bulega. Chiude la top ten Iker Lacuona. 12° Fabio Di Giannantonio dietro a Enea Bastianini. 14° Andrea Locatelli, preceduto dalla Mv Agusta di Dominique Aegerter.
Caduta per Mattia Pasini al quinto giro. Ritiro anche per Sam Lowes, Simone Corsi e Jorge Martin.
Prossimo appuntamento tra due settimane in Francia, sul circuito di Le Mans. Sotto, ordine d’arrivo e clasifica campionato aggiornata.

 

Moto2 2019: Ordine d’arrivo GP Jerez

 

Moto2 2019: Classifica campionato al termine del GP di Spagna
Commenta