Brad Binder, che nelle FP3 aveva fatto registrare il nuovo record del circuito, non riesce a ripetersi. La pole position va ad Alex Marquez che ipoteca il campionato.

Quando il gioco si fa duro, i duri iniziano a giocare.

Si possono riassumere con questo motto le qualifiche di Alex Marquez che, nelle FP3, aveva accusato ben 7 decimi dal giro record di Brad Binder ( nuovo record del circuito in 2’04.769 ). In qualifica, invece, quando il tempo diventa fondamentale per definire la griglia di partenza, piazza la zampata vincente e si aggiudica la pole position. Nel definire la griglia hanno però avuto un ruolo importante anche le condizioni climatiche che, rendendo l’asfalto in parte umido, hanno rimescolato le carte. Quando di buono fatto registrare nelle prove libere dalle KTM è stato in parte vanificato a causa dell’eccessiva sensibilità della moto, che ne rende difficoltosa la regolazione quando le condizioni climatiche non sono ben definite. Da questo punto punto di vista sono stati avvantaggiati i piloti Kalex e Speed-up che dispongono di un mezzo più “versatile”.

Brad Binder riesce comunque ad agguantare la terza posizione che gli permetterà di partire non troppo distante dal leader della classifica mondiale. In mezzo a loro troviamo Tetsuta Nagashima, secondo, che si conferma veloce su questo circuito.

Thomas Luthi, altro pretendente al titolo mondiale, non va oltre la seconda fila, posizionandosi 5°, alle spalle di Xavi Vierge. Sesto posto per Jorge Martin con l’altra KTM ufficiale.

Male Jorge Navarro che chiude 15° dopo esser finito nella ghiaia durante le qualifiche e che spegne così le già flebili speranze residue per la lotta iridata.

Non brillano neppure gli italiani con Luca Marini che, dopo alcune gare da protagonista, appare in difficoltà e non va oltre la 10° posizione. Alle sue spalle Fabio Di Giannantonio in 11° posizione, poco più dietro Stefano Manzi, 13°, che ha comunque il merito di portare la MV Augusta costantemente in Q2.

Q2 che è invece rimasta un miraggio per Nicolò Bulega, Marco Bezzecchi ( che non ha praticamente girato a causa di problemi tecnici ), Lorenzo Baldassarri e Mattia Pasini, tutti relegati nelle ultime file della griglia di partenza.

L’appuntamento è per domani alle h 06.20 italiane per la gara che potrebbe decretare il Campione del Mondo di Moto2.

Qui di seguito la griglia di partenza completa:

Commenta