Prima vittoria in carriera per il giapponese Toba, di pochi millesimi su Dalla Porta e Canet. Errore per Fenati mentre era in lotta per il vertice dopo una grande rimonta.

Con lo spettacolare tramonto sulla pista di Doha si apre il Motomondiale 2019 della classe minore: a spuntarla su tutti, dopo continui scambi al vertice, è Kaito Toba, al primo sigillo in carriera. Il pilota Giapponese del team Honda Asia è stato furbo a sfruttare la scia di Lorenzo Dalla Porta, in testa all’ultima curva del tracciato ma beffato dal lungo rettilineo di Losail. Amaro in bocca per l’italiano del Team Leopard, costretto alla piazza d’onore davanti a Aaron Canet, che dopo la pole di ieri porta a podio la moto del Team Sterilgarda di Max Biaggi.

Quarto posto per Marcos Ramirez, scattato addirittura dalla 20° casella. Sorprendente prestazione per Celestino Vietti: il rookie del team SKY VR46 termina quinto a +0.584 dalla vetta, dopo un grande duello nelle posizioni di vertice. Sesto Albert Arenas, che non migliora la posizione delle qualifiche. Settimo Raul Fernandez, davanti a Niccolò Antonelli e a Romano Fenati.
L’ascolano, vittima di un contatto al primo giro che lo aveva relegato nelle retrovie, era in lotta per il primo posto fino a 4 giri dalla fine, quando un errore in frenata lo ha riportato nel gruppone degli inseguitori. Chiude la top-ten Jakub Kornfeil, seguito da Ogura e Lopez. 13° McPhee davanti ad Andrea Migno.

Fuori Booth-amos al primo giro per una scivolata che ha coinvolto anche Yurchenko, Sasaki e Masia. Out anche Darryn Binder e Dennis Foggia.

Sotto, l’ordine d’arrivo. Prossimo appuntamento il 31 marzo in Argentina.

Moto3 2019: Qatar GP, ordine d'arrivo
Moto3 2019: Qatar GP, ordine d’arrivo
Commenta