Romano Fenati si impone nella classe leggera precedendo il suo compagno di squadra Tony Arbolino. Completa il podio John McPhee che beffa sul finale Celestino Vietti per soli 15 millesimi.

La gara della classe leggera sul circuito di Spielberg si apre con una griglia di partenza stravolta da quella della qualifica per via delle numerose penalità. Il gran premio è stato dichiarato con pista bagnata ma i piloti decidono di rischiare e di montare le gomme slick.

Allo spegnimento dei semafori è Tony Arbolino a sorprendere tutti e a girare per primo alla prima curva. Subito dietro lo seguono il compagno di squadra Romano Fenati e lo scozzese John McPhee. I tre riescono subito a fare la differenza spingendo fin dall’inizio e riuscendo così a creare un gap importante con gli altri piloti. Non si dimostra così una gara di gruppo come eravamo abituati a vedere nella classe leggera. Il duo del Team Snipers cerca di collaborare per staccare McPhee e giocarsela nel finale ma questo piano non riesce fino in fondo. La differenza, da circa metà gara, la fa Romano Fenati che riesce a salvaguardare meglio le gomme prendendosi così un gap che riuscirà poi a gestirlo fino a fine gara.

A circa 15 giri dalla fine la coppia formata da Celestino Vietti e Jaume Masia decide di spingere veramente forte per andare a prendersi il podio stampando una serie di giri veloci. Recuperato tutto il distacco dai piloti che li precedevano, Masia, complice un suo errore, finisce la gara nella ghiaia buttando via un’ottima gara. Il podio si decide all’ultima curva con Celestino Vietti che, a causa dell’entrata del limitatore, chiude quarto a soli 15 millesimi dal terzo posto. Sfuma così un podio tutto tricolore.

Gara opaca per i piloti che lottano per il mondiale con il leader, Lorenzo Dalla Porta che chiude sesto e Aron Canet che si deve accontentare della decima posizione al traguardo. Brutta gara per Niccolò Antonelli, solo nono e Dennis Foggia che, febbricitante, si prende la quattordicesima posizione.
In campionato Dalla Porta si riprende la leadership ad un solo punto da Canet. Terzo Arbolino a -42.

A seguire l’ordine d’arrivo completo e la classifica campionato aggiornata:

Moto3 2019: Ordine d’arrivo Spielberg, GP Austria

 

Moto3 2019: Classifica campionato al termine del GP d’Austria.
Commenta