Si conclude il gran premio della Moto3 sul COTA Circuit, Aaron Canet è primo al traguardo davanti a Juame Masia ed Andrea Migno. Cade Romano Fenati.

Come ogni anno la gara di Austin della Moto3 si rivela imprevedibile. Al semaforo il Poleman Niccolò Antonelli sorprende tutti ed imprime il ritmo. Dietro di lui, il gruppo rimane compatto animandosi con una serie infinita di sorpassi. Solo dopo i primi sei giri Antonelli perde la testa della corsa subendo il rientro di Suzuki e Canet. L’alfiere del Team SIC58 si ritrova in poche curve al centro del gruppo mentre il suo compagno di squadra guida il gruppo.

Suzuki imprime un ritmo forsennato alla gara sgranando il plotone di piloti alle sue spalle con i soli Canet e Migno a seguirlo da vicino. Siamo a trequarti di gara quando Suzuki perde il posteriore e con esso la testa della classifica accusando una caduta. Andrea Migno si porta immediatamente davanti a Canet cercando di guadagnare decimi preziosi in vista della volata finale. Il ritmo dell’Italiano però non è sufficiente ad arginare il rientro del gruppo degli inseguitori capitanato da Masia. La corsa si decide all’ultimo giro quando Canet riesce a mettere una manciata di decimi tra lui e gli inseguitori conquistando la vittoria finale. Il podio viene completato da Masia che riesce a sorpassare Andrea Migno proprio all’ultima curva.

Non concretizza il lavoro fatto nelle prove libere Romano Fenati. Il pilota del Team Snipers dopo essere stato velocissimo venerdì, si è reso protagonista di una caduta coinvolgendo anche Jakub Kornfeil. Week end complicato anche per Lorenzo Dalla Porta, fino ad ora in lotta per il campionato, che conclude in tredicesima posizione incapace di risolvere i problemi che lo hanno accompagnato per tutte le sessioni. Gara a due facce per il Team Sky VR46 con una prestazione al di sopra delle aspettative per Celestino Vietti che conclude in nona posizione proprio davanti al compagno di squadra Dennis Foggia. Quest’ultimo si aspettava probabilmente un risultato migliore considerando la gara di testa dello scorso anno.

A seguire la classifica finale completa del GP di Austin:

 

 

Commenta