Lorenzo Dalla Porta si impone nella classe leggera battendo all’ultimo giro il suo compagno di squadra Marcos Ramirez. Capolavoro per Aron Canet che completa il podio. 

Si spengono i semafori sul circuito del Sachsenring per la Moto3. A sorprendere tutti sotto la bandiera a scacchi, per la prima volta in stagione, è stato Lorenzo Dalla Porta. Doppietta per il Team Leopard che piazza Marcos Ramirez sul secondo gradino del podio. Capolavoro per Aron Canet che chiude in terza posizione partendo dalla ventiduesima casella in griglia. Dopo questo round si ridisegna la classifica del mondiale, con Lorenzo Dalla Porta a prendersi la prima posizione.

Dopo un warm up bagnato, la gara si è corsa in una pista completamente asciutta. Allo spegnimento dei semafori è Romano Fenati ad azzeccare la miglior partenza e a mettersi in prima posizione. Il pilota del team Snipers impone subito un ritmo serrato alla gara e cerca di creare un piccolo gap con gli altri piloti. Dopo alcuni passaggi in cui il pilota italiano non riesce a scappare e, a prendere la leadership è Marcos Ramirez.

Il pilota spagnolo riesce a fare la differenza: dopo pochi giri il distacco tra lui e il gruppo degli inseguitori è di circa sette decimi e, di conseguenza, il plotone di piloti è costretto a sgranarsi. Ma, pochi passaggi più tardi, un paio di errori del leader della gara lo catapultano in quinta posizione.

Ora i piloti pretendenti alla vittoria sono in sette, fino a quando, Tatsuki Suzuki e Aron Canet, risalendo dalla bagarre per le posizioni di rincalzo, riescono a raggiungere il gruppo di testa.

La gara si decide tutta negli ultimi cinque passaggi, quando Canet riesce a prendere addirittura la testa della gara rimontando dalla ventiduesima posizione. L’ultimo giro, alla curva 11 in fondo alla discesa, Lorenzo Dalla Porta completa il sorpasso su Canet con una staccata veramente al limite, tagliando così il traguardo per primo. Il pilota spagnolo della KTM perde anche la seconda posizione all’ultima curva a causa del sorpasso di Ramirez. Appena fuori dal podio, dopo aver disputato una grande gara, Romano Fenati che chiude quarto.

Gara opaca per Niccolò Antonelli che, partendo dalla diciasettesima posizione, chiude dodicesimo. Ultimo pilota a punti è Tony Arbolino che non è riuscito a trovare il giusto ritmo per risalire fino alle posizioni che contano. Ultimo giro sfortunato per il Team Sky VR46 il quale perde i suoi due piloti proprio all’ultimo giro.

A seguire la classifica completa della gara:

Commenta