Lorenzo Dalla Porta vince per la quarta volta in stagione. Seconda posizione per il rookie Sergio Garcia. Terzo posto per Jaume Masia autore di una grande rimonta.

La gara della Moto3, a giochi ormai fatti per quanto riguarda il mondiale, si è dimostrata ancora una volta avvincente e ricca di colpi di scena. Il primo episodio chiave della gara è stato nel giro di allineamento dove la moto di Jaume Masia si ferma ed è così costretto a partire dall’ultima posizione in griglia.

Allo spegnimento dei semafori è Albet Arenas a partire meglio di tutti e a girare per primo alla prima curva. Ma Tatsuki Suzuki non ci sta e nei giri successivi prende la testa della corsa. Il pilota giapponese è autore di un ottimo passo ma il gruppo alle sue spalle rimane compatto. Il secondo episodio chiave è stato a circa 11 giri dal termine della gara. Gabriel Rodrigo, dopo aver sorpassato Suzuki con una staccata al limite, perde il posteriore causando la caduta del pilota del Team Sic58 e coinvolgendo nella carambola anche Alonso Lopez. Fortunatamente non c’è stata nessuna conseguenza per i piloti, solo tanta amarezza e delusione.

Quest’ultimo episodio rimescola così i valori in gioco. Dopo la caduta il gruppo di piloti a giocarsi la vittoria si riduce a 9, con i primi che cercano di allungare. Da questo momento in poi saranno soprattutto Lorenzo Dalla Porta e Celestino Vietti a scambiarsi la prima posizione.

Il GP di Sepang si decide solamente nel’ultimo giro. Celestino Vietti riesce a sorpassare Lorenzo Dalla Porta in curva 1 e a portarsi in testa. Ma il rookie di casa Sky Racing team VR46, dopo poche curve, vede di nuovo il neo campione del mondo davanti a lui. Anche Arenas è un candidato alla vittoria che, dopo un contatto con Vietti che lo esclude dalla vittoria finale, perde l’anteriore all’ultima curva lasciando a Lorenzo Dalla Porta la quarta vittoria in stagione. Il secondo gradino del podio se l’aggiudica Sergio Garcia che è autore del suo miglior risultato in carriera. Il podio è completato da Jaume Masia che effettua una rimonta incredibile dalla trentesima posizione.

Celestino Vietti chiude in quinta posizione, preceduto anche da Ai Ogura. Aron Canet non è mai riuscito a rendersi protagonista in questo gran premio e si deve accontentare dell’ottava posizione. Nono al traguardo Tony Arbolino che precede Niccolò Antonelli. Undicesimo Romano Fenati mentre Riccardo Rossi riesce a conquistare la zona punti.

A seguire la classifica completa della gara e del mondiale:

Commenta