Ramírez si impone nella cilindrata minore battendo Aron Canet e Celestino Vietti in volata all’ultimo giro. Prima vittoria per l’alfiere del team Leopard.

Il lungo rettilineo del Circuito di Catalogna non ha permesso a nessuno di staccarsi dal gruppo, si è dunque deciso tutto all’ultimo giro. Marcos Ramírez è il primo sotto la bandiera a scacchi con un distacco di 119 millesimi da Aron Canet e 146 di millesimi su Celestino ViettiAlonso Lopez (4°), estremamente deluso a fine gara, è comunque autore di una prestazione molto positiva.

Tante le cadute durante la gara. La vicinanza tra i piloti ha portato a numerosi contatti. 12 le cadute in gara (senza conseguenze) che fanno segnare uno zero a numerosi piloti tra i quali Jaume MasiaGabriel Rodrigo e Andre Migno.

5° posizione per il secondo alfiere del Team Sky VR46 Dennis Foggia che precede Ogura. Il giapponese non è riuscito a sfruttare bene la partenza dalla prima fila complicandosi la gara. Romano Fenati (7°) è riuscito a rimontare addirittura 21 posizioni rispetto alla casella di partenza. Sasaki (8°) chiude dietro all’italiano numero 55.

Buon 9° posto per la wild card giapponese del team Estrella Galica 0,0, Ryusei Yamanaka, che precede Kornfeil al traguardo. 11° posto finale per Antonelli penalizzato di 12 posizioni in griglia per guida irresponsabile così come SalacFoggiaSalacMasaki Migno.

Week-end molto sfortunato per Lorenzo Dalla Porta che, dopo essere stato coinvolto in una caduta nelle qualifiche, viene abbandonato dalla sua moto mentre era in testa alla corsa. Stessa sorte anche per il vincitore del Mugello Tony Arbolino.

Classifica di gara:

Classifica generale: 

Commenta