Secondo appuntamento della MotoE conquistato da Mike Di Meglio davanti a  Xavier Simeon e Bradley Smith. Gara da dimenticare per Tuuli, solo quindicesimo. 

Gara piena di colpi di scena per il secondo atto del campionato mondiale di MotoE con cadute e stravolgimenti di classifica. Prima su tutti la decisione della direzione gara di ridurre i giri totali da 6 a 5 per le precarie condizioni meteorologiche.

Al semaforo il Poleman Di Meglio scatta bene e prende subito la testa, seguito dal solito Granado e Xavier Simeon. Come ci ha dimostrato nel primo appuntamento, la MotoE è teatro di gare spettacolari e molto combattute avendo pari livello dei mezzi.

Primo vero colpo di scena avviene quando il vincitore del Sachsenring, Niki Tuuli, finisce lungo nella ghiaia e rientra in fondo alla classifica. Poco dopo al Finlandese, anche Alex De Angelis è protagonista di un errore che lo retrocede in sesta piazza.

La gara prende una piega completamente diversa quando Granando, in lotta per la prima posizione, finisce in terra, compromettendo le sue possibilità di gloria. Scivola anche Garzo mentre occupava la seconda posizione sconvolgendo ulteriormente le dinamiche di gara.

Mike Di Meglio vince indisturbato il secondo appuntamento della MotoE seguito da Xavier Simeon e Bradley Smith. Ottimo quarto posto finale per Alex De Angelis a precedere Ferrari e Sete Gibernau. Solo quindicesimo posto finale per Niki Tuuli che perde la gara e la testa della classifica di campionato.

A seguire la classifica completa della gara e del campionato:

 

Commenta