Andre Dovizioso vince la spettacolare gara inaugurale della stagione 2019 incrociando all’ultima curva Marc Marquez. Terzo Cal Crutchlow. Grande rimonta di Valentino Rossi.

Come ormai da tradizione, il circuito del Qatar regala sempre gare spettacolari con tanti piloti racchiusi in una manciata di decimi, anche nella classe regina. Andrea Dovizioso, dopo uno stacco fulminante dalla linea di partenza, prende la testa della corsa per poi mantenerla fino alla fine. Marc Marquez si aggiudica il secondo posto combattendo con tutte le sue armi, tentando all’ultimo giro sorpassi al limite. Terzo Cal Crutchlow, autore di una gara costantemente nelle prime cinque posizioni, sopravanzando Alex Rins solo nel finale. Proprio Rins, è forse il pilota che ha raccolto meno per quanto ha fatto vedere. Lo Spagnolo della Suzuki ha mantenuto il passo dei primi dal primo all’ultimo giro senza sfigurare anche nel corpo a corpo.

Quinto posto per Valentino Rossi, autore di una gloriosa rimonta. Dopo le enormi difficoltà riscontrate nelle prove libere, il Pesarese ha trovato miglioramenti nel Warm Up, che gli hanno consentito di lottare per le posizioni che contano. Sesto Danilo Petrucci con la seconda delle Ducati ufficiali, protagonista di un calo nel finale di gara. Maverick Vinales, poleman di giornata, non va oltre la settima posizione. La gara delle Yamaha sembra un film già visto, ancora troppo in difficoltà sulla distanza. Queste stesse difficoltà sono state mostrate da Franco Morbidelli, dopo un inizio positivo, si è dovuto accontentare dell’undicesimo posto.

Non ha avuto fortuna Fabio Quartararo, costretto a partire dalla corsia box per lo spegnimento della moto in griglia. Nonostante tutto, il francese ha mantenuto un buon passo, permettendogli di agguantare il sedicesimo posto.

Non hanno terminato invece la gara Bagnaia e Smith, incappati in una caduta. Ritirato anche Jack Miller dopo aver visto la sella della sua Ducati GP 19 staccarsi sotto di lui!

Nonostante i test invernali abbiano rimescolato le carte, in questo fine settimana è emerso l’effettivo potenziale delle squadre. Ducati e Honda sono anche quest’anno le moto da battere, specialmente con Marquez e Dovizioso. La Suzuki, in costante crescita, potrebbe diventare la terza incomoda durante l’arco della stagione. Ancora indietro con lo sviluppo la Yamaha, chiamata a colmare ancora un significativo gap dagli avversari.

Il motomondiale ritorna tra due settimane sul circuito argentino di Termas De Rio Hondo dove molto probabilmente si rinnoverà lo scontro diretto Dovizioso-Marquez.

A seguire la classifica completa della gara:

 

Commenta