Maverick Vinales riesce nell’impresa di riportare la Yamaha alla vittoria dopo la disfatta di Catalunya. Secondo posto conservativo per Marc Marquez seguito dal Rookie Fabio Quartararo. Disastro Rossi. 

La cattedrale della moto incorona come vincitore Maverick Vinales e la Yamaha a soli 14 giorni dalla disfatta di Catalunya. Il pilota spagnolo è parso durante tutto il week end il più a posto sul passo di gara e non ha deluso le aspettative. Si accontenta del secondo posto, importante per il campionato, Marc Marquez che precede Fabio Quartararo al traguardo, al secondo podio consecutivo in MotoGP.

Dopo una partenza con qualche lungo alla prima curva, Alex Rins prende la testa della corsa provando subito a fare il vuoto. Il risultato però è inaspettato ed il pilota Suzuki finisce nella ghiaia, tradito dal suo anteriore. L’eredità della testa della corsa tocca a Fabio Quartararo che guida il gruppo nonostante i problemi di sbacchettamento sul dritto della sua Yamaha.

Nel frattempo, nelle retrovie, va in scena il pesante errore di Valentino Rossi che mette fine, non solo alla sua gara, ma anche a quella di Nakagami, dopo averlo centrato in staccata. Il dottore si accerta subito delle condizioni del giapponese, conscio di aver fatto un errore non da lui.

Intorno a metà gara, alle spalle di Quartararo, si fanno minacciosi Marquez e Vinales, intendi a strappargli la testa della corsa. Non mancano i sorpassi e piccoli errori che rimescolano le carte giro dopo giro. Solo a pochi giri dalla fine, Vinales riesce ad aprire un piccolo varco sul pilota HRC che gli consente di guidare con più tranquillità, evitando ulteriori errori. Alle spalle dei contendenti al podio, si infuoca la lotta per il quarto posto con la coppia di Ducati ufficiali, Mir e Franco Morbidelli, in rimonta dopo un avvio non semplice.

Sotto la bandiera a scacchi Maverick Vinales riporta ufficialmente la Yamaha alla vittoria, interrompendo un digiuno che durava da tanto. Conquista un solido secondo posto Marc Marquez, allungando ulteriormente in campionato. Terzo Fabio Quartararo, confermatosi uno dei protagonisti stabili della MotoGP 2019. Al quarto posto la spunta Andrea Dovizioso, limitando la perdita di punti in campionato. Quinto posto per Franco Morbidelli, sorpassando Petrucci all’ultima staccata, relegandolo al sesto posto finale.

La classifica di campionato vede consolidarsi la prima posizione di Marc Marquez, in vantaggio ora di 44 punti su Andrea Dovizioso e di ben 52 punti su Danilo Petrucci. A seguito dei tre zeri consecutivi nelle ultime tre gare, sprofonda Valentino Rossi, staccato dalla vetta di 88 punti.

A seguire la classifica completa della gara di Assen e la classifica di campionato:

Commenta