Ufficiale il passaggio di Bagnaia in MotoGP nel 2019.

Francesco Bagnaia sarà il pilota che guiderà la Ducati Pramac nel 2019, sostituendo Danilo Petrucci. Ragazzo di ventuno anni da chivasso ( Torino) realizza il sogno di correre in MotoGP e di farlo con Ducati. Per “Pecco” la Ducati è stato un sogno nato da piccolo , racconta della maestosità della frizione a secco della moto dello zio fino ad arrivare al test effettuato a Valencia 2016 grazie ad una scommessa vinta con Gino Borsoi.

I vertici Ducati hanno posto le attenzioni su Bagnaia da un paio d’anni, arrivando a concludere l’ingaggio del pilota grazie anche al supporto e all’analisi della VR46 Accademy, mentore di Pecco.

Francesco è senza dubbio uno dei giovani di maggior talento del nostro paese, ha tutte le carte in regola per diventare davvero grande. Umiltà e dedizione al lavoro hanno permesso a Pecco di togliersi soddisfazioni importanti sia in Moto3 che in Moto2, arrivando ad essere nominato “rookie of the year“.

L’avventura inizierà nel 2019, ora il focus è al Mondiale Moto2 dove Pecco potrà giocarsi le proprie Chance di vincere il mondiale.

Abbiamo chiesto a Francesco se aveva già in mente un obiettivo, un traguardo particolare da raggiungere e nel caso se ci fosse una sorpresa; facendo riferimento al suo  tatuaggio fatto dopo la prima vittoria in moto3 ad Assen.

Non si è sbianciato e sul tatuaggio: “chi lo sa?! Magari si…” Questo è stato il commento di Pecco.

 

Commenta