Finalmente svelata la livrea presente sulle nuove moto satelliti di Yamaha che saranno guidate da Franco Morbidelli e Fabio Quartararo

Nel suggestivo scenario delle Petronas Tower a Kuala Lumpur sono stati tolti i veli alla livrea del nuovo team satellite di Yamaha in MotoGP. Il team sponsorizzato dalla società petrolifera malese ha presentato assieme alla nuova moto la coppia di piloti che faranno parte della squadra: Franco Morbidelli Fabio Quartararo. Le due giovani promesse hanno suscitato molta curiosità e interesse, vista anche la completa novità della loro avventura in classe regina.

La nuova livrea della M1 satellite

Quartararo sarà uno dei debuttanti da tenere d’occhio in questo 2019, mentre per il compagno Morbidelli potrebbe essere una grande annata viste le difficoltà riscontrate con la più complicata Honda satellite guidata lo scorso anno.

La nuova coppia Morbidelli-Quartararo

Nella stessa cornice sono stati anche presentati i team che competeranno in Moto3, con Ayumu Sasaki e John McPhee, e in Moto2 con Khairul Idham Pawi.

Tutti gli alfieri del team Petronas (da sinistra Sasaki, Quartararo, Morbidelli, Pawi e McPhee)

Le dichiarazioni:

-Franco Morbidelli: “Essere qui è qualcosa di veramente speciale. Voglio ottenere grandi risultati e fare felici sponsor, team e tifosi cercando di dare il massimo. Devo ringraziare tutti per questa opportunità, sono molto motivato e farò di tutto per rendere la squadra orgogliosa di me”

-Fabio Quartararo: “Sono un pilota giovane, ma in sella non penso all’età, penso soltanto a imparare e spingere al massimo. Sono curioso di vedere come andrà la moto in gara perché voglio ripagare la fiducia del team”

-Tan Sri Wan Zulkiflee Wan Ariffin (presidente di Petronas): “Crediamo nell sviluppo dei talenti, la crescita dei nostri team in Moto2 e Moto3 ha permesso a tanti ragazzi di avvicinarsi al motociclismo. Il nostro ingresso nella MotoGP accrescerà la nostra visibilità e la nostra possibilità di attirare giovani talenti.”

Wilco Zeelenberg (team manager): “La sigla M1 della nostra nuova moto significa “Mission One”. La nostra prima missione è riuscire a costruire una grande moto e un grande team in MotoGP

Le moto delle diverse categoria (da sinistra: MotoGP, Moto2 e Moto3)
Commenta