Alex Rins si prende la prima posizione del Day2 a Losail, Vinales subito dietro.Terzo un ottimo Fabio Quartararo.

Si conclude il secondo giorno di test sul circuito del Qatar con una situazione non troppo diversa dal Day1. Le prime di posizioni se le contendono i due spagnoli Vinales e Rins, questa volta con il pilota Suzuki davanti a tutti. In terza posizione, staccato di soli tre decimi da Rins, troviamo Fabio Quartararo. Il francese alfiere del Team SIC Yamaha continua imperterrito il suo adattamento alla classe regina facendosi già vedere tra i big. In quarta posizione si piazza Danilo Petrucci, anch’esso staccato di poco più di tre decimi. Ducati ha testato una nuova tecnologia di raffreddamento dei dischi dei freni, anche in vista dell’imminente gran premio di Losail. Il tracciato del Qatar infatti stressa tantissimo l’impianto frenante delle moto. Quinta posizione per il campione in carica Marc Marquez in sella alla Honda. La casa giapponese ha introdotto il “Salad Box” già presente sulle Ducati da alcune stagioni, utile a gestire la distribuzione dei pesi anche spostando la posizione delle centraline e cablaggi. 

Un’ottima sesta posizione la conquista Aleix Espargaro con l’Aprilia. Solo ottavo Andrea Dovizioso con la seconda Ducati ufficiale, sopravanzato anche da Nakagami. Difficoltà rilevanti per Valentino Rossi, solo diciannovesimo. Il Pesarese ha sperimentato nuove soluzioni tecniche che non hanno portato il risultato sperato. Quella che salta più all’occhio è il nuovo codino testato dai due alfieri Yamaha, più spigoloso del precedente.

un nuovo codino è stato testato anche da KTM che piazza Pol Espargaro in decima posizione a poco più di sei decimi. Ancora in difficoltà invece Johann Zarco, solo diciassettesimo. La casa Austriaca è molto impegnata nello sperimentare nuove tecnologie nonostante l’assenza del collaudatore Dani Pedrosa.

A seguire la classifica completa dei tempi di giornata:

1 RINS, Alex | Team SUZUKI ECSTAR | 1:54.593 | 44 / 47
2 VIÑALES, Maverick | Monster Energy Yamah | 1:54.650 +0.057 | 33 / 52
3 QUARTARARO, Fabio | Petronas Yamaha SRT | 1:54.908 +0.315 | 46 / 54
4 PETRUCCI, Danilo | Mission Winnow Ducati | 1:54.953 +0.360 | 29 / 48
5 MARQUEZ, Marc | Repsol Honda Team | 1:55.004 +0.411 | 35 / 57
6 ESPARGARO, Aleix | Aprilia Racing Team Gresini | 1:55.173 +0.580 | 41 / 55
7 NAKAGAMI, Takaaki | LCR Honda IDEMITSU | 1:55.175 +0.582 | 45 / 47
8 DOVIZIOSO, Andrea | Mission Winnow Ducati | 1:55.205 +0.612 | 28 / 53
9 CRUTCHLOW, Cal | LCR Honda CASTROL | 1:55.247 +0.654 | 29 / 35
10 ESPARGARO, Pol | Red Bull KTM Factory Racing | 1:55.255 +0.662 | 30 / 44
11 MIR, Joan | Team SUZUKI ECSTAR | 1:55.280 +0.687 | 45 / 48
12 MILLER, Jack | Alma Pramac Racing | 1:55.380 +0.787 | 41 / 42
13 MORBIDELLI, Franco | Petronas Yamaha SRT | 1:55.556 +0.963 | 45 / 52
14 RABAT, Tito | Reale Avintia Racing | 1:55.661 +1.068 | 46 / 51
15 BAGNAIA, Francesco | Alma Pramac Racing | 1:55.680 +1.087 | 29 / 49
16 IANNONE, Andrea | Aprilia Racing Team Gresini | 1:55.698 +1.105 | 35 / 38
17 ZARCO, Johann | Red Bull KTM Factory Racing | 1:55.716 +1.123 | 42 / 60
18 LORENZO, Jorge | Repsol Honda Team | 1:55.742 +1.149 | 26 / 44
19 ROSSI, Valentino | Monster Energy Yamaha | 1:55.795 +1.202 | 45 / 51
20 ABRAHAM, Karel | Reale Avintia Racing | 1:55.951 +1.358 | 45 / 51
21 OLIVEIRA, Miguel | Red Bull KTM Tech 3 | 1:56.274 +1.681 | 32 / 51
22 SMITH, Bradley | Aprilia Factory Racing | 1:56.866 +2.273 | 29 / 63
23 SYAHRIN, Hafizh | Red Bull KTM Tech 3 | 1:56.983 +2.390 | 31 / 42

 

Commenta