Rottura consensuale anticipata tra la casa austriaca e il francese, ora in cerca di una sistemazione

Le insistenti voci circolate nel weekend di Spielberg riguardanti la separazione tra Johann Zarco e KTM hanno trovato conferma stamane con il comunicato della casa austriaca. Il Campione del mondo Moto2 2015 e 2016 non porterà a conclusione il contratto che lo legava alla marca arancio, fissato al termine della stagione 2020.

Zarco, arrivato in MotoGP con la Yamaha satellite tech3, aveva subito stupito per i sorprendenti risultati. Dopo due anni con la casa dei 3 diapason, dove ha alternato podi, pole, giri veloci e piazzamenti sempre nelle posizioni di vertice, aveva deciso di abbracciare il progetto KTM per poter sviluppare una moto ancora acerba sotto molti punti di vista. Ed invece quello che sembrava un lavoro difficile si è tramutato in uno scoglio insormontabile. I problemi non sono mai stati risolti, e il confronto con i compagni di marca rimane tutt’oggi sconfortante. Una moto con la quale non si è mai trovato, e che lo ha portato nel passato weekend a richiedere una rescissione anticipata del contratto. La richiesta, accolta da KTM, è stata spiegata con il seguente comunicato:

“Johann Zarco si è unito a KTM alla fine del 2018, alla fine del suo secondo anno in MotoGP. Per la prima volta avrebbe avuto tutto il supporto da parte della fabbrica. Zarco ha cercato di adattare il suo stile di guida alla KTM RC16 e la squadra ha tentato senza sosta di accontentare tutte le richieste del pilota francese. L’obiettivo era adattare la moto alle sue esigenze, mentre dall’altra parte, il compagno di squadra Pol Espargaró otteneva regolarmente piazzamenti in Q2, con vista sulla top ten.
Negli ultimi tempi Johann ed il team hanno deciso di non continuare il rapporto di collaborazione nel 2020. Ora si concentreranno sugli ultimi otto appuntamenti della stagione 2019, da disputare nei prossimi mesi.”

Ora per Zarco, pilota di indubbio talento, si apre una difficile parentesi, con quasi tutte le selle “migliori” occupate. Dal canto suo KTM pare aver fatto un’offerta a Jack Miller: il ducatista non ha ancora rinnovato con il team Pramac Ducati, forse infastidito dall’affaire Lorenzo, che i vertici di Borgo Panigale avrebbero voluto riportare sulla rossa a scapito proprio dell’australiano.

Commenta