L’inglese prolunga di un altro anno, ma si pensa già ad un prosieguo per il 2021. Avrà al suo fianco Eugene Laverty. 

Mancava solo l’ufficialità, arrivata nel round appena concluso a Portimao. Tom Sykes continua la sua avventura con il team BMW Motorrad del patron Shaun Muir almeno per un altro anno. Il 34enne inglese Campione del Mondo 2013, strappato lo scorso anno al team ufficiale Kawasaki, ha accettato la sfida con la neonata S1000RR con la quale ha già conquistato 3 podi mettendo in mostra una grande competitività nonostante qualche alto e basso tipico di un nuovo progetto. Alla sua 12esima stagione nel mondiale delle derivate, l’inglese avrà al suo fianco nel 2020 l’esperto Eugene Laverty, per quella che si candida come una squadra in grado di poter entrare stabilmente nelle posizione di vertice. Per il licenziato Markus Reiterberger è previsto un impegno nell’Endurance, sempre a bordo della moto tedesca.

Tom Sykes a bordo della BMW S1000RR, WorldSBK 2019.

“Come sapete siamo solo ai primi passi dello sviluppo della nuova moto, ma siamo felici dei risultati conseguiti fino ad oggi” – ha affermato Sykes, che ha proseguito: – “Con grande gioia accolgo la notizia del rinnovo con il team BMW. Ho una grande motivazione. Continueremo a lavorare per crescere nella prossima stagione, e sono entusiasta di avere al mio fianco un pilota come Laverty”.
Soddisfazione anche da parte del boss del team Muir, che ha già dichiarato di essere al lavoro per offrire al proprio pupillo l’opzione per un ulteriore anno di contratto.

Commenta