Jonathan Rea scrive un’altra pagina di storia sul nuovo tracciato di El Villicum

Circuito vecchio o nuovo, titoli in palio o meno, per Jonathan Rea c’è poca differenza: anche il Argentina il cannibale ha vinto da cannibale, portandosi in testa sin dalle prime curve e controllando la corsa fino alla bandiera a scacchi. Con la livrea speciale decorata con particolari color oro, il 4 volte campione del mondo ha rifilato più di 9 secondi a Marco Melandri, che deve accontentarsi della piazza d’onore. Macho, licenziato per far posto ad Alvaro Bautista, si toglie comunque una bella soddisfazione portando la prima Ducati al traguardo; è stato infatti vittima delle prime gocce di pioggia il compagno di squadra Chaz Davies, caduto quando mancavano 9 giri al termine della corsa ,complice un tentativo di sorpasso forse un po’ troppo azzardato.

Conquista un meritatissimo podio Toprak Razgatlioglu: il portacolori del team Puccetti paga una brutta partenza ed è costretto a rincorrere per tutta la corsa, firmando tempi sul livello del vincitore. Dietro di lui un altro appiedato di lusso: Xavi Fores rimane ai piedi del podio con un distacco di quasi dodici secondi. Quinta posizione per Eugene Laverty, con l’Aprilia che purtroppo dirà addio al mondiale al termine della stagione nonostante si dimostri ancora un osso durissimo per gli avversari. Sesto Tom Sykes, autore dell’ennesima gara anonima della stagione. Segue la coppia Yamaha Lowes-Van Der Mark, particolarmente in difficoltà sul nuovo circuito sud-americano.

Leon Camier porta la Honda in top-ten appena dietro la BMW di Loris Baz. Bene Florian Marino, sostituto di PJ Jacobsen, che riesce a piazzarsi in 11° posizione, così come Max Scheib, che al debutto con la Mv Agusta di Jordi Torres entra nella zona punti (13°). Gabriele Ruiu, salito sulla Kawasaki di Hernandez, è 14°.

A terra il pilota di casa Tati Marcado durante le fasi iniziali della corsa quando si trovava in top-ten. Ritiro anche per Lorenzo Savadori.

Appuntamento domani alle ore 21:00 per il via di Gara2. Riportiamo sotto ordine d’arrivo e classifica campionato aggiornata.

WorldSBK 2018: Ordine d'arrivo Gara1 Argentina
WorldSBK 2018: Ordine d’arrivo Gara1 Argentina

 

WorldSBK 2018 - Classifica aggiornata al termine di Gara1 in Argentina
WorldSBK 2018 – Classifica aggiornata al termine di Gara1 in Argentina
Commenta