Colpo di scena in Gara2 con Michael van der Mark che regola Jonathan Rea e Alvaro Bautista che commette il primo errore dell’anno scivolando nei primi giri. Anche Davies out colpito da Melandri.

Si chiude il weekend di Jerez per quanto riguarda la classe Superbike.

Ad avere la meglio in Gara2 terminata con una bandiera rossa è Michael van der Mark che conquista la vittoria davanti al campione in carica Jonathan Rea.

Colpo di scena clamoroso con Alvaro Bautista che perde l’anteriore in curva 1 mentre comandava la corse come di consuetudine. Si tratta del primo errore per lo spagnolo, pagato salatamente con zero punti in campionato.

Stessa sorte per Alex Lowes che chiude il weekend nero in 16ª posizione, davanti allo spagnolo capo classifica non classificato, ripartito nel finale per riprendere confidenza e testare la moto rimontata dagli uomini Ducati.

Anche Chaz Davies assaggia la ghiaia spagnola, incolpevole protagonista di un contatto con Marco Melandri che porta i due ad abbandonare la corsa.

Terzo posto d’oro con Toprak Razgatlioglu che conquista il gradino più basso del podio con una prestazione ottima in termini di passo gara.

La bandiera rossa, causata dalla troppa ghiaia in curva 11 portata in pista dalla caduta di Kiyonari, permette a Leon Haslam di proteggere la quinta piazza dietro a Michael Rinaldi primo delle Ducati; quinta pizza messa in pericolo da Sandro Cortese alle sue spalle.

Classifica che vede Rea guadagnare 20 punti su Bautista, portandosi a meno 41 punti. Allunga van der Mark rimanendo ancora a -71pt dal campione in carica.

Prossimo appuntamento in terra romagnola, sul circuito di Misano Adriatico.

Ordine di arrivo:

Classifica:

Commenta