La squadra  dei Paesi Bassi, concluso il rapporto con Honda, potrebbe appoggiarsi a Suzuki per il ritorno nel mondiale. Savadori o Baz i possibili candidati.

Proviene dal giornale online speedweek la clamorosa indiscrezione secondo cui il Team Ten Kate sarebbe pronto ad un clamoroso rientro nel WorldSBK con Suzuki. La formazione olandese, uscita dai progetti Honda non senza polemiche e con dispute finite addirittura in tribunale, avrebbe un accordo con Yoshimura per prender parte al mondiale dalla tappa di Aragon, primo weekend europeo. Il partner giapponese avrebbe messo sul piatto moto, sviluppo, ricambi e un budget di circa mezzo milione di euro per coprire i costi di gestione. Saltata l’ipotesi Aprilia, il team olandese dal canto suo sta premendo con l’organizzatore al fine di evitare un anno sabbatico lontano dai circuiti. La casa dell’ala dorata, dopo una lunghissima collaborazione, ha infatti optato di servirsi di Althea-Moriwaki per il ritorno in forma semi-ufficiale per l’imminente stagione, spiazzando i vertici olandesi.

Sorride la Dorna, che dopo Kawasaki, Ducati, Yamaha, Honda e BMW avrebbe in griglia il sesto costruttore. La casa di Hamamatsu, lontana dal mondiale per derivate di serie dal 2016, per il momento potrebbe schierare una solo moto in pista.

Sul fronte piloti, i candidati principali sembrano essere Lorenzo Savadori e Loris Baz. Se il primo ha abbracciato il progetto MotoE con il team Gresini, il francese risulta ancora senza una sistemazione. Le quotazioni dell’italiano, almeno per il momento, risultano comunque maggiori. Aspettiamo ed incrociamo le dita!

Commenta