Si chiude la due giorni di test sul circuito di Phillip Island. Comanda Alvaro Bautista, con la BMW di Tom Sykes a rovinare i piani delle Kawasaki. Evan Bros dominano in Supersport.

Lo spagnolo ex-MotoGP chiude i test pre stagionali dalla vetta della classifica (1’30.303), guardando dall’alto il campione in carica Jonathan Rea a quasi mezzo secondo (+0.396).

Il cannibale, costretto ad inseguire, si dimostra calmo e fiducioso: “Al momento Bautista è il più veloce ed è abbastanza evidente, basta guadarlo quando gira. Purtroppo alla Kawasaki manca la velocità della Ducati in questo momento, dato che nell’ultimo settore paghiamo 8km/h. A parte ciò rimango fiducioso, dato che l’obbiettivo del lunedì non era quello di cercare il tempo a tutti i costi”.

Secondo tempo per Tom Sykes che con la sua S1000RR fresca di ritorno al mondiale stupisce tutti piazzandosi davanti alle Kawasaki e a soli due decimi da Bautista.

In quinta posizione troviamo la verdona del Puccetti Racing guidata dal turco Toprak Razgatlioglu: prima delle indipendenti con un ottimo 1’30.840.

Prima Yamaha della giornata è quella ufficiale di Alex Lowes che paga la caduta ad inizio turno concludendo pochi giri lanciati, mentre per quanto riguarda i tempi combinati delle due giornate troviamo al comando delle blu di Iwata il ravennate Marco Melandri con il tempo del lunedì.

Giornata di messa a punto per Michael van der Mark alla ricerca del giusto equilibrio per affrontare la difficile pista australiana.

Fanno un passo avanti Eugene Laverty e Michael Rinaldi, nonostante i problemi tecnici con cui si è dovuto affrontare l’italiano alla fine della prima sessione.
Chiude in anticipo la sessione Alessandro Delbianco a causa di un problema tecnico.

 

 

 

 

 

In Supersport domina il team Bardahl Evan Bros con Federico Caricasulo, il più veloce del martedì, davanti al suo compagno di squadra Randy Krummenacher. Alle loro spalle il partenopeo Raffaele De Rosa ferma il cronometro della sua MV Agusta a quasi due decimi dalla testa precedendo le due Yamaha del nuovo entrato GMT94.

Tornano su tempi interessanti le Kawasaki di Manuel Puccetti, pronti alla nuova stagione dopo un periodo a secco di risultati, da quando il “re” Kenan Sofoglu ha deciso di appendere il casco al chiodo.

Chiude la top 10 Thomas Gradinger in sella alla R6 del team Kallio Racing, a sandwich tra il suo compagno di box Isaac Viñales (11°) e l’altra MV Agusta di Federico Fuligni (9°) che paga oltre un secondo dalla vetta. Ottavo tempo per Hector Barbera.

 

 

 

Commenta