Vittoria con margine per il pilota svizzero. Cluzel termina secondo nonostante una penalità. Problemi durante il pit-stop per Federico Caricasulo (3°).

Nonostante una partenza non brillante, il duo del Team Evan Bros ha impiegato poco a dimostrare la propria velocità. Anche a causa della caduta di Raffaele De Rosa (senza conseguenze), che ha creato chaos nel gruppo degli inseguitori, dopo pochi giri il gap costruito dalla coppia di testa era già notevole.

Dopo qualche giro di battaglia tra Krummenacher Caricasulo ci ha pensato il flag to flag a mescolare le carte in tavola. Krummenacher è stato il primo a rientrare ai box, seguito da Cluzel. Al giro successivo è toccato a Federico Caricasulo procedere al cambio gomme, che però gli è costato più tempo del previsto. Infatti per un errore il cavalletto della ruota posteriore è rimasto attaccato alla moto, facendo perdere all’italiano del tempo prezioso.

Nel frattempo lo svizzero ha subito dimostrato di essere molto veloce distanziando in poco tempo Jules Cluzel, che non è mai stato in grado di poterlo attaccare. Lucas Mahias, che sembrava esser stato l’unico a beneficiare dello stop ai box, non ha rispettato il tempo minimo di permanenza in pit-lane, venendo così penalizzato a fine gara. A causa della penalità ha terminato 12° in classifica. Anche Cluzel è stato penalizzato a fine corsa per lo stesso motivo, ma questo non ha influito sulla sua posizione finale.

Gli sforzi di Barbera per recuperare il “Carica” dopo la fermata ai box non hanno prodotto i risultati sperati facendolo classificare quarto al traguardo. Dietro di lui si sono dati battaglia Gradinger (5°), Okubo (6°) e Perolari (7°), con l’austriaco che sul finale è riuscito a mettersi al sicuro ritagliandosi 2 secondi di margine. Completano la Top 10 l’ungherese Sebestyen (8°), Danilo (9°) e Cresson (10°).

Ecco la classifica completa:

Commenta